LETTIERA: QUALE SCEGLIERE?

20/05/2022

La scelta della lettiera è un aspetto importante da considerare per il benessere del gatto e non sempre tutti i tipi di lettiera sono loro graditi.

Facciamo innanzitutto un po’ di chiarezza sulle tipologie di lettiere presenti nei negozi dedicati ai nostri amici quattrozampe.

La lettiera può essere principalmente suddivisa in 2 macrocategorie a seconda della funzione:

  • Assorbente: si chiama così perché è fatta da un materiale che assorbe l'urina e ha una durata di circa 3-4 settimane. Il proprietrio deve solo occuparsi di rimuovere le feci, mentre l’urina resta impregnata nel materiale di cui è composta. La sabbietta viene poi gettata nell'immondiazia quando comincia a puzzare (dopo le 3-4 settimane) perchè significa che la sua capacità di assorbenza si è esaurita.
  • Agglomerante è un tipo di sabbia che comunemente si dice che "fa la palla". La pipì a contatto con la sabbia agglomera creando una palla che il proprietario deve rimuovere insieme alle feci. E' un po' più impegnativa per il proprietario ma è la più igienica. Da un punto di vista comportamentale per il gatto la lettiera agglomerante è la più adatta perchè è un animale molto attento all’igiene e nonostante le assorbenti coprano bene gli odori il gatto continua sostanzialmente ad andare in una sabbietta impregnata di pipì per cui non è proprio il massimo!

Generalmente le lettiere assorbenti sono costituite da un materiale che si chiama silice. Si tratta di cristalli trasparenti che assorbono l'urina e trattengono gli odori. Quelle agglomeranti invece sono costituite da sepiolite/bentonite, cioè sabbie di estrazione mineraria. Negli ultimi anni però si sono affermate nel mercato molte lettiere vegetali che possono essere sia assorbenti che agglomeranti.

Il vantaggio della lettiera vegetale è molteplice:

  • Ecosostenibilità: si tratta di lettiere ottenute dalla lavorazione di componenti vegetali che possono essere quindi smaltite in modo ecologico nella frazione umida dei rifiuti e in molti casi anche nel wc in piccole quantità. Ciò permette un impatto sull’ambiente molto ridotto: pensate a quanta lettiera usa un gatto e quindi a quanto rifiuto secco viene prodotto; se poi lo moltiplichiamo per il numero di gatti di proprietà che ci sono nel mondo ci rendiamo presto conto del risultato…
  • Funzionalità: possono essere anch’esse assorbenti o agglomeranti e possiedono sostanze naturali che controllano la proliferazione batterica e la formazione degli odori con perfomance molto elevate anche se completamente vegetali.
  • Salute del gatto: il gatto quando fa i suoi bisogni tende a scavare nella cassettina, causando un sollevamento di polveri che vengono respirate dal gatto causando nel tempo possibili problemi respiratori. Le lettiere vegetali sono più sicure da questo punto di vista perché sono meno polverose e in caso di inalazione si tratta di componenti vegetali e non tossiche come la silice.

La scelta della lettiera è un aspetto importante per la serenità del gatto. Una volta deciso il tipo di lettiera e la posizione è sconsigliabile spostarla se non per motivi di estrema necessità (tipo trasloco), in quanto si potrebbe rischiare di rompere un equilibrio che può portare il gatto a urinare fuori dalla lettiera o in posti non idonei.

Anche il tipo di cassettina non è da trascurare: ne esistono fondamentalmente due, una aperta e una chiusa (con coperchio e porticina a bussola). La scelta di una o dell'altra è solitamente del proprietario che magari preferisce quella chiusa per contenere meglio gli odori e i sassolini che vengono sparati dappertutto dal gatto quando scava. Ricordatevi però che non è detto che il gatto apprezzi la cassettina chiusa o al contrario quella aperta per cui fate le opportune valutazioni.

Un ultimo consiglio sul numero di cassettine da mettere a disposizione dei gatti. Banalmente si penserebbe ad una lettiera per gatto ma in realtà l'ottimale per evitare problemi di rivalità tra gatti ed evacuazioni in zone non consone è di un numero pari a N+1 dove N è il numero di gatti! Per cui anche se avete un solo gatto sarebbe consigliabile avere comunque due cassettine. 😊

Come dicevo all'inizio non cambiate il tipo di sabbietta senza un motivo particolare e se il gatto si trova bene perchè i gatti sono molto abitudinari...la percezione diversa sotto le zampette potrebbe portarli a non fargli utilizzare più la cassettina a discapito della vostra bella casa...

SCOPRI NATURAL LITTER!


29 06 2022
Iscriviti alla newsletter