DIABETE: UNA PATOLOGIA SEMPRE PIU’ FREQUENTE

14/09/2022
Cane, Gatto, News

Non voglio fare un trattato sul diabete ma è necessario dare qualche informazione per capire il meccanismo della malattia. Innanzitutto, bisogna dire che esistono 3 tipi di diabete, ma quello di cui parliamo oggi e che è anche il più diffuso è il Diabete Mellito, causato da una carenza o alterata funzionalità dell’insulina, ormone che ha il ruolo di regolare la glicemia cioè i livelli di zuccheri nel sangue.

Questo tipo di diabete vede una classificazione in Insulino Dipendente che è più frequente nel cane e che vede una alterazione organica e funzionale delle cellule del pancreas che comporta una riduzione della produzione dell’insulina. Le cause di questo tipo di diabete sono generalmente multifattoriali e da ricercare in cause genetiche, predisposizioni, infiammazioni e/o infezioni virali del pancreas, organo che produce l’insulina. Esiste poi quello Non Insulino Dipendente che è più frequente nel gatto ed è causato da una resistenza da parte dell’organismo all’insulina, per cui quest’ultima non riesce a svolgere la sua funzione di ridurre la glicemia del sangue e mantenere il giusto equilibrio.

Quest’ultimo è quello su cui vorrei far fare una riflessione perché tra i vari tipi è forse quello che vede come concause principali lo stile di vita dei nostri animali domestici. Ormai sono molti gli studi che identificano nell’obesità un fattore predisponente lo sviluppo del Diabete Mellito. Questo si verifica perché la presenza eccessiva di grasso, attiva un meccanismo che porta ad un’inefficienza dell’insulina a svolgere il suo lavoro di controllo della glicemia. E’ quindi chiaro come sia importante essere responsabili dell’alimentazione dei nostri cani e gatti ed imparare a dosare il cibo e scegliere quello più idoneo al loro stile di vita. Non dimentichiamo inoltre la necessità di svolgere attività fisica e quindi ad evitare stili di vita sedentari che possono quindi predisporre ulteriormente all’obesità e a patologie ad essa correlate.

Tornando al Diabete mellito vediamo ora i sintomi più diffusi:

  • poliuria, cioè l’aumentata frequenza e quantità di urine prodotte
  • polidipsia, cioè un aumento della sete facilmente osservabile dal proprietario che si accorge che la ciotola dell’acqua si svuota subito
  • polifagia, cioè un aumentato appetito, che non si limita ad una giornata ma ad una continua richiesta di cibo. Paradossalmente spesso a questo sintomo si associa dimagrimento.

Questi sono certamente sintomi aspecifici, possono cioè ricondurre anche ad altre patologie, ma devono essere un campanello di allarme per noi umani per capire che qualche cosa non va nei nostri quattrozampe e che è necessaria una visita dal veterinario per capire meglio cosa succede.

Ricordiamoci quindi di effettuare una visita dal nostro veterinario se osserviamo questi sintomi, in quanto un Diabete Mellito trascurato, può portare complicazioni importanti come la cataratta, cioè l’opacizzazione del cristallino (nell’occhio) con conseguente perdita della vista fino a cecità completa. Nei casi più gravi si può arrivare al verificarsi di neuropatie o sindromi metaboliche (chetoacidosi diabetica, complicanze renali) che possono anche mettere a rischio la vita del proprio quattrozampe.

Instagram FB Marpet settembre 20223
Potrebbe interessarti anche...
VACANZE A 6 ZAMPE: ISTRUZIONI PER L’USO

Il mese di giugno per i più fortunati è già tempo di vacanze o, comunque, aumenta la possibilità di fare piccoli viaggi. Mare, montagna, lago o città d’arte, la scelta della meta è ampia ma siamo veramente pronti, per godervi queste esperienze in compagnia dei nostri inseparabili amici? CI MUOVIAMO INSIEME? ATTENZIONE ANCHE ALLE LORO

COME TI VESTO?

Pareri e differenze tra collare e pettorina come strumenti di gestione del cane.

Di Veronica Cavestro, Educatrice Cinofila.

LA VISITA DAL VETERINARIO: UN INCUBO O UNA GITA PIACEVOLE?
A quanti di voi è capitato di dover convincere e trascinare il vostro cane dal veterinario perché appena si accorge del luogo dove state andando punta le zampe? E vogliamo parlare delle strategie di ogni tipo per far si che il vostro gatto entri nel trasportino?? Poter trasformare la visita dal veterinario in qualcosa di
IL MIO GATTO È STRESSATO?
Il gatto è ormai noto essere un animale molto sensibile e suscettibile. La sua indole territoriale lo porta a classificare in modo attento gli spazi che ha a disposizione suddividendoli attentamente in spazi dedicati all’attività (come alimentazione, gioco, caccia o eliminazione) e all’isolamento dove può riposare (solitamente in zone alte e dove ha sotto controllo
Iscriviti alla newsletter